Home        Chi siamo        In corso        Archivio        In programma        Pubblicazioni        Gli artisti        Contatti

ITA / ENG

 

Oltre il confine della figurazione


di Simone Bertolini



La pittura di Pier Toffoletti è una pittura ricca.

Ricca di significati, di riferimenti, di buon gusto nel dipingere, ma soprattutto capace di esprimere vortici e passioni personali che giocano tra loro.

Con grande apertura mentale e costante ricerca, come si evince dal suo percorso, pittorico e di vita, ogni sua singola opera, ogni dipinto, gioca su una sottile mescolanza di più elementi.

Mescolanza di astrazione e figurazione, di uno stile che ricorda da vicino un muro scrostato,vissuto, antico e figure che si stagliano e si impongono con la loro modernità.

Figure mai troppo definite, a volte quasi solo accennate, dai contorni sbiaditi, inafferrabili, dai colori alterati, illuminate da bagliori improvvisi e campeggiate da scrostature apparentemente casuali.

Tutto è funzionale nei lavori di Toffoletti: colori, macchie, segni e incisioni, lettere e brani realizzati con caratteri mobili da tipografia, rimandi al suo passato da pubblicitario.

Opere ricche di dettagli ricreano una sintesi mentale mirabile che ci fa indagare l’opera su più piani.

Ad un primo sguardo ci cattura la tecnica, la materia, l’astrazione, la casualità dettata apparentemente dal dipanarsi del tempo armonicamente ricreato, e lentamente o, a seconda del soggetto, con maggior vigore, godiamo del piano figurativo e delle splendide angolazioni in cui le  figure sono ritratte.

Dalla figurazione, procedendo ancora più in là, le emozioni che queste figure portano con sé ci arrivano dritte al cuore, toccando la nostra sensibilità.

Visi per lo più assorti, pensierosi, che sembrano relegati inconsapevolmente in una dimensione eterna, indefinita, ma così forte e persistente da scuotere l’anima.

Rendere eterno l’effimero, bloccando i movimenti di queste splendide donne, ci fa riflettere sulle potenzialità comunicative della figura umana.

Davvero con grande maestria, Pier Toffoletti colloca le figure in una dimensione che sembra il proseguimento delle figure stesse.

Mescolanze continue arricchiscono reciprocamente figure e ambiente, per veicolare un messaggio che è quello di soffermarsi ad osservare l’attimo.

Il maestro ci rende partecipi delle sue visioni fugaci, interiorizzate, realizza le sue opere con lo spirito di un impressionista, ma ponendo l’accento su quello che gli sta più a cuore, la figura appunto, facendola sconfinare oltre i limiti della figura stessa.

E’ una carica magnetica quella che i quadri di Toffoletti rilasciano intorno a sé.

Non si riesce ad essere indifferenti alla dolcezza con la quale quest’uomo, prima che pittore, descrive sentimenti di gioia, di rassegnazione, di pace interiore, di impeto.

Procedere oltre il confine della figurazione…

per raccontare un messaggio: quello che ogni figura umana, in fondo, porta con sé.

PIER TOFFOLETTI

BROCHURE



Pubblicata in occasione di:


PIER TOFFOLETTI

MOSTRA PERSONALE


5 Dicembre 2009

23 Gennaio 2010


Via Velia 36

84122 - Salerno

INFO SULLA PUBBLICAZIONE


Opere pubblicate: 21


Testo critico: Simone Bertolini